Risposta del sub-commissario staordinario Michele Scognamiglio al Corriere del Veneto

Pubblichiamo la risposta di Michele Scognamiglio, sub-commissario straordinario del Comune di Venezia con delega al Patrimonio e all’Urbanistica all’articolo del Corriere del Veneto di giovedì 6 novembre 2014 “Arsenale, nuova vita tra hotel e nautica. Ca’Farsetti chiama i privati per il recupero“.

Gentile Direttore,

nel ringraziarla per l’attenzione che il suo giornale dedica con costanza ai temi riguardanti il futuro dell’Arsenale, le segnalo alcune precisazioni riferite all’articolo pubblicato oggi nelle pagine di Venezia.

Il fine dichiarato in innumerevoli occasioni dall’Amministrazione comunale negli ultimi vent’anni è di fare dell’Arsenale un nuovo motore di sviluppo sostenibile dell’intera area metropolitana di Venezia. La storia antica e recente di questo luogo straordinario impongono, infatti, un pensiero alto sulla sua rigenerazione e da sempre il Comune di Venezia si è impegnato, insieme a molti altri soggetti, per promuovere la realizzazione di funzioni legate all’innovazione, alla cultura, alle attività manifatturiere.

Il Documento Direttore presentato ieri si offre come un terreno importante per aggiornare tutta la strumentazione amministrativa indispensabile a una piena realizzazione di questo complesso obiettivo.

Chi ci farà l’onore di leggere il Documento Direttore (da oggi disponibile sul sito del Comune di Venezia www.comune.venezia.it e anche su arsenale.comune.venezia.it, anche al fine di partecipare attivamente alla discussione che vogliamo promuovere in città, noterà che la strategia delineata mira a portare in Arsenale attività lavorative capaci di creare un vero valore aggiunto per tutto il territorio e ad aprire il più possibile il compendio a una relazione vivace con il tessuto urbano.

Si tratta di un lavoro complesso che richiede il contributo di tutti i soggetti che hanno idee, proposte e competenze da mettere in campo, siano essi enti pubblici, imprese private, associazioni o semplici cittadini.

Per questa ragione il 2 dicembre, in Arsenale, il Comune organizza una prima giornata di discussione aperta a tutta la città.

Sarà l’occasione per approfondire i temi proposti dal Documento Direttore e per ribadire che il futuro dell’Arsenale non è fatto di alberghi e feste vip.

Michele Scognamiglio

sub-commissario prefettizio del Comune di Venezia con delega al Patrimonio e all’Urbanistica

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePrint this page