Convenzione di Faro

Venezia è all’avanguardia in Europa e in Italia nella promozione e applicazione della Convenzione. E’ stata sede nel marzo 2013 dell’evento di sottoscrizione della Convenzione di Faro da parte dall’Italia. Nel settembre del 2013 è stata presente al Forum di Marsiglia sulla Convenzione di Faro come membro del panel internazionale e inoltre la società civile veneziana è tra le più attive in Europa nella promozione della Convenzione di Faro.

Il Comune ed il Consiglio d’Europa stanno valutando se l’Arsenale di Venezia possa diventare un sito pilota in Europa per l’applicazione e la promozione della Convenzione di Faro.

La Convenzione di Faro

La Convenzione quadro sul valore dell’eredità culturale per la società, detta Convenzione di Faro, si basa sul concetto che la conoscenza e l’uso dell’eredità culturale rientrano fra i diritti dell’individuo di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità e a godere delle arti sanciti nella Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo.

La Convenzione non si sovrappone agli strumenti internazionali esistenti ma li integra, chiamando le popolazioni a svolgere un ruolo attivo nel riconoscimento dei valori dell’eredità culturale, e invitando gli Stati a promuovere un processo di valorizzazione partecipativo, fondato sulla sinergia fra pubbliche istituzioni, cittadini privati, associazioni, soggetti che la Convenzione all’art. 2 definisce “comunità di eredità”, costituite da “persone che attribuiscono valore a degli aspetti specifici dell’eredità culturale, che desiderano, nell’ambito di un’azione pubblica, sostenere e trasmettere alle generazioni future” (Fonte MIBAC).

Ultime notizie:

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePrint this page
http://arsenale.comune.venezia.it/wp-content/plugins/wp-accessibility/toolbar/css/a11y-contrast.css