Piano Particolareggio Arsenale Nord

Piano Particolareggio Arsenale Nord. – P.8.2 approvato con DGC 51/2003del 14/04/2003

Obiettivi

Il PP si propone il recupero fisico e funzionale dell’area dell’Arsenale nord, la sua integrazione nel tessuto urbano circostante e la creazione delle condizioni necessarie alla rivitalizzare del suo tessuto economico e sociale attraverso la realizzazione di nuova accessibilità e di un sistema di percorsi, pubblici e di uso pubblico, interni all’area.

Delimitazione ambito e sottoambiti

L’ambito del P.P. 8.2, individuato con la variante parziale alla VPRG per la città antica, nello stesso Accordo di Programma, comprende l’intera fascia nord dell’Arsenale che si estende tra il limite nord della darsena grande, della darsena e la laguna.

Il piano suddivide l’ambito di P.P. in sei unità di analisi/intervento:

  • Unità G – Galeazze
  • Unità N – Novissime
  • Unità C – Casermette
  • Unità So – Ex Sommergibili
  • Unità L – Lamierini
  • Unità B – Bacini di carenaggio.

Indicazioni progettuali

Per ciascuna unità sono individuate specifiche funzioni compatibili con il grado di trasformabilità e tutela dei manufatti.

Unità Galeazze-Unità Novissime

Per le due unità di intervento vengono confermate le indicazioni del Documento Direttore che prevede l’utilizzo delle “tese” per attivitàproduttive di ricerca e per attività espositive, culturali e ricreative. La normativa definisce i principi generali per la tutela dei caratteri architettonici e tipologici di ciascuna unità edilizia, mantenendo l’unitarietà e la leggibilità dello spazio interno.

In conformità all’obiettivo del piano di favorire la massima permeabilità dell’area vengono individuati nuovi accessi e spazi pubblici oltre a quelli esistenti. Nell’area delle Galeazze vengono, inoltre, individuati spazi per localizzare le funzioni e i servizi di supporto all’accoglienza e all’informazione.

Unità “Casermette”

Vengono mantenuti gli edifici esistenti con interventi di ristrutturazione con vincolo parziale e demolizione delle parti incongrue. Potranno essere destinati a funzioni residenziali anche temporanee a servizio delle attività insediate nell’area. Il piano prevede la riqualificazione degli spazi scoperti e la valorizzazione del muro di cinta, rendendolo maggiormente visibile attraverso la demolizione dei manufatti incongrui ad esso addossati.

Unità Scali di alaggio

Conferma dell’intero ambito ad uso espositivo. E’ prevista la realizzazione di passerelle mobili che consentano la continuità del percorso “raso darsena” tra gli scali e la parte terminale della riva in area Militare.

Unità Bacini di carenaggio

L’ambito conserva la funzione produttiva – cantieristica con possibilità di adeguare le strutture esistenti e realizzarne di nuove ai fini della riorganizzazione delle attività insediate e l’inserimento di nuove attività artigianali. Il piano prevede l’ampliamento della darsena e della banchina esistente all’estremità dell’area nord, vengono perciò consentite contenute aperture nel muro perimetrale per il collegamento tra la nuova banchina e l’area produttiva interna.

Unità Lamierini

L’ambito conserva l’attuale funzione per uffici, attrezzature culturali e laboratori di ricerca. E’ previsto l’uso pubblico degli spazi scoperti, la realizzazione di nuova accessibilità e la possibilità di inserire servizi di supporto all’accoglienza e all’informazione.

Unità Sommergibilisti

Nell’area è stata realizzata, ma mai ultimata, una caserma per sommergibilisti, attualmente in situazione di grave degrado. E’ previsto il mantenimento dell’edificio con interventi di ristrutturazione con vincolo parziale, di demolizione e recupero volumetrico delle parti incongrue e la riorganizzazione del distributivo degli spazi interni con possibilità di aumento delle superfici utili di pavimento. L’edificio potrà essere destinato ad accogliere attrezzature ricettive per gli addetti che operano nell’Arsenale, attrezzature culturali e di servizio. Viene mantenuta la destinazione ad attrezzatura sportiva pubblica dell’ampio spazio scoperto, così come indicato dalla VPRG relativa agli standard. In conformità con l’obiettivo generale di favorire la massima permeabilità dell’area, il piano conferma gli accessi esistenti e ne prevede di aggiunvi.

Stato delle prescrizioni

L’efficacia del Piano Particolareggio è scaduta nel maggio 2013. Restano vigenti “a tempo indeterminato […] l’obbligo di osservare nella costruzione di nuovi edifici e nella modificazione di quelli esistenti gli allineamenti e le prescrizioni stabilite nel piano stesso” (art. 20 LR 11/2004).

Elaborati:

P.P. Arsenale Nord: Tavola P.b.3 - destinazioni d’uso
P.P. Arsenale Nord: Tavola P.b.3 – destinazioni d’uso
P.P. Arsenale Nord: Tavola P.b.4 - spazi scoperti: percorsi, spazi pubblici
P.P. Arsenale Nord: Tavola P.b.4 – spazi scoperti: percorsi, spazi pubblici
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePrint this page
http://arsenale.comune.venezia.it/wp-content/plugins/wp-accessibility/toolbar/css/a11y-contrast.css